SEGRETA > Da dove partire per creare Sicurezza Psicologica?

Quando si parla di Sicurezza Psicologica e Sincerità Radicale si corre il rischio di cadere in confusione, per esempio pensando che Sicurezza Psicologica significhi sentirsi sempre a proprio agio, o confondendo la Sincerità Radicale con una brutale onestà. In realtà, creare un ambiente psicologicamente sicuro significa “accogliere” il disagio, avendo il coraggio di fornire e chiedere feedback e promuovendo un dialogo aperto, in cui i sentimenti e le reazioni dell’altro vengono tenuti in considerazione.

Ecco quattro passaggi che i e le leader possono seguire per creare Sicurezza Psicologica nel proprio team:

  1. Richiedere sistematicamente un feedback.
    È una buona abitudine farlo dopo ogni incontro individuale con collaboratori e collaboratrici e ascoltare le loro risposte con l’intento reale di capire e non di ribattere. Buone domande possono essere: cosa potrei fare o smettere di fare per rendere più facile lavorare con me? Cosa funziona e cosa potrei fare meglio?
    Dobbiamo mettere in conto che l’altra persona probabilmente si sentirà a disagio, anche se le stiamo parlando in modo sereno, ma è questo disagio che dobbiamo imparare ad accogliere e a superare. Anche noi saremo spintǝ a metterci sulla difensiva davanti a un feedback negativo, è umano, ma dobbiamo cercare di gestire la nostra reazione senza entrare in conflitto.
    Impegniamoci anche a premiare la sincerità: se siamo d’accordo con ciò che ci è stato detto, mettiamo in atto le modifiche e ringraziamo chi ce le ha suggerite, se invece non siamo d’accordo, spieghiamo con calma e chiarezza le nostre motivazioni.
  2. Esprimere apprezzamento.
    Esprimere apprezzamento è parte integrante della costruzione di un ambiente psicologicamente sicuro in cui si pratichi la Sincerità Radicale: se collaboratori e collaboratrici sanno che il loro lavoro viene notato e riconosciuto, percepiranno come meno rischioso fare delle critiche e parlare apertamente dei problemi.
  3. Criticare costruttivamente.
    Pensiamo a un momento in cui sapevamo che stavamo sbagliando qualcosa, ma non riuscivamo a capire cosa. Ci sentivamo sicurǝ? Probabilmente no. Se non riceviamo feedback, non abbiamo idea di come stiamo lavorando e rischiamo di finire vittime di convinzioni sbagliate e inutili.
  4. Misurare il nostro feedback.
    Quando esprimiamo lodi o critiche dobbiamo valutare l’impatto che hanno sulla persona con cui stiamo parlando, al di là delle nostre intenzioni. È essenziale trovare il modo migliore per comunicare con ognuno dei nostri collaboratori e collaboratrici affinché le nostre parole vengano accolte e comprese.

Quanto sono importanti la Sicurezza Psicologica e la Sincerità Radicale oggi? Più che mai. Infatti, questi attributi diventano ancora più fondamentali per i team che devono affrontare incertezza e continui cambiamenti, come quelli che il contesto attuale ci propone. Con il tempo e strumenti adeguati, la franchezza e il dialogo aperto diventeranno normali e attesi, ponendo le basi per apprendimento, prestazioni migliori e innovazione.

Per approfondire e leggere un esempio pratico di applicazione di questi quattro passaggi, leggi l’articolo di Amy Edmondson e Kim Scott su fastcompany.com