Articoli

I nostri articoli

 

Sense & Respond

Sense & Respond – percepire e rispondere – è una sintesi semplice, ma rivoluzionaria. Perché svela, con l’esempio di casi aziendali, che il modo di pensare e operare di molte organizzazioni è figlio dell’era industriale. Che è finita. Niente è più come...

leggi tutto

L’ascolto è il respiro dell’organizzazione

Conosco la U-Theory da diversi anni e, quando le situazioni e i progetti che gestisco lo consentono, la utilizzo molto volentieri perché è uno strumento potente ed efficace, che aiuta le persone e le organizzazioni a svilupparsi guardando al futuro in modo...

leggi tutto

I processi che liberano talento e competenze

A quali capi di azienda non piacerebbe trovare una soluzione organizzativa che in soli nove mesi dà slancio imprenditoriale alle persone facendo crescere l'impresa? L'esperienza di Eco-Counter. Marina Capizzi, L’IMPRESA N. 4 – 2018,...

leggi tutto

Holacracy: il proposito fatto sistema

Che la piramide ingessi le organizzazioni è una realtà che viviamo tutti i giorni. Ma qual è l'alternativa? Entriamo nel mondo di Holacracy, l'approccio a oggi più strutturato che persegue questa direzione Marina Capizzi, L’IMPRESA N. 3 – 2018,...

leggi tutto

La svolta Teal dietro l’angolo

Come portare le aziende verso uno nuovo stadio di consapevolezza. Dalla visione meccanicistica dell’azienda alla visione organica, basata su autoorganizzazione, pienezza e proposito evolutivo. Una trasformazione necessaria per rispondere alle sfide del mercato e,...

leggi tutto

Il lavoro e la noia: una nuova responsabilità

Perché a volte non proviamo interesse per il nostro lavoro? La noia è un indicatore prezioso che ci dice che qualcosa non quadra tra la percezione di utilità, l'uso delle proprie capacità, il sentirsi in relazione. Guardare in faccia la noia è un atto di...

leggi tutto

Di quale appartenenza abbiamo bisogno?

Non c'è dubbio che l'appartenenza risponda a molteplici bisogni. Ma salta all'occhio la portata energetica che sta nell'aggregarsi. L'appartenenza è un'energia pregiata e, per questo, non possiamo non interrogarci in merito al suo scopo. Leggi l'articolo su L'IMPRESA...

leggi tutto

La bravura degli altri

La bravura degli altri è ovunque, immediatamente alla portata e il più delle volte è gratis. Non sta solo nel web ma anche nelle pieghe della quotidianità: un buono spunto nel mezzo di un discorso che non condividiamo, una spiccata capacità che noi non abbiamo, le...

leggi tutto

Da dove viene la bravura?

Per diventare "bravi" è necessario un atto di responsabilità verso se stessi che traduca le proprie attitudini in comportamenti competenti: atti e parole efficaci che ci conducano attraverso la via più breve al risultato che ci proponiamo. La bravura è il risultato di...

leggi tutto

Distinguersi nel proprio mestiere è una questione etica.

Ogni ruolo (barista, manager, insegnante, ecc.) veicola una promessa. Anche le offerte e i brand delle aziende sono una promessa. Mantenere le promesse rende credibili, essere più bravi degli altri nel mantenerle, distingue. La distintività è una necessità di business...

leggi tutto

Guidare si, ma verso dove? La leadership degli scopi

La parola “leadership” è spesso associata al carisma, alla capacità di comunicazione, allo “stile” di management. Il carisma, l'essere bravi comunicatori permettono di attrarre, di farsi seguire. Si, ma per andare dove? Leggi l’articolo su L’IMPRESA On Line...

leggi tutto

Geografia economica e geografia mentale

L'epoca che stiamo vivendo sta modificando la geografia economica ma anche quella mentale. Insieme alla distribuzione della ricchezza, sta cambiando la visione del futuro, proprio e del proprio Paese, il vissuto di forza e di fragilità delle persone e delle aziende, i...

leggi tutto

L’oceano blu del pensiero

L'oceano blu del mercato inizia come oceano blu del pensiero: solo conoscendo la nostra mappa mentale possiamo innovarlo.. Sembra un compito teorico e invece non c'è niente di più concreto e di più strategico. Con un'intervista a Filippo Agnello, Amministratore...

leggi tutto

Il salto di qualità dei numeri uno

Un’indagine sul ruolo dei capi d’azienda italiani all’epoca della crisi Aperto da una Prefazione di Alberto Meomartini, Presidente di Assolombarda, questo libro nasce da un’indagine condotta nell’arco un anno con cinquanta capi di azienda italiani intorno al rapporto...

leggi tutto

Una montagna da scalare

Un'intervista a Alberto Piantoni, Amministratore Delegato di Missoni, il quale, oltre ad essere un manager di successo, è un esperto alpinista. Alberto Piantoni ci racconta la sua spedizione sull'Everest. Insieme esploriamo le similitudini tra l'organizzazione di una...

leggi tutto

Coaching: chi paga e chi ci guadagna?

 Vorremo provare a dare un contributo su questo tema partendo da due domande: chi paga i percorsi di coaching in azienda? Chi ci guadagna quando un coaching funziona? Leggi l'articolo apparso su HR...

leggi tutto

Vocazione Top Management

Il cuore della regia del cambiamento sta nei vertici aziendali. E' da lì che la formazione manageriale deve partire per coinvolgere man mano verso tutta l'organizzazione. Leggi l'articolo apparso su L'Impresa, Il Sole 24 Ore, N....

leggi tutto

La formazione post-assessment

Gli investimenti formativi danno un ritorno se si pongono come supporti a percorsi di miglioramento che le persone stanno perseguendo e verso i quali si pongono come owner. La formazione post assessment permette di finalizzare e personalizzare gli interventi formativi...

leggi tutto

Dinamiche di competenza

Si è scritto molto sui rapporti relazionali intesi soprattutto come rapporti tra persone. Poco, invece, si è speso per indagare le dinamiche tra le competenze agite dalle persone quando lavorano. È indubbio infatti che l'operare individuale e collettivo sia reso...

leggi tutto